domenica 16 luglio 2017

Recensione: Non parlare con la bocca piena di Chiara Francini

Buona domenica uggiosa cari Book Lover's. Come passerete questa giornata? Io a scrivere recensione ovviamente :) Parto subito col parlarvi di un romanzo che ho letto poche settimane fa, Non parlare con la bocca piena di Chiara Francini...sì, proprio lei, la mia attrice preferita 😍
Partiamo dall'inizio! Vi lascio la sinossi e qualche info, poi vi dirò cosa penso di questo librozzo!


Titolo: Non parlare con la bocca piena
Autore: Chiara Francini
Editore: Rizzoli
Pagine: 279
Prezzo: 9,99 Ebook
18,00 Cartaceo

Sinossi:
Bello sapere che si può tornare. Che a ogni passo falso, nella vita, i genitori sono pronti a riabbracciarti con un calore che gli anni non hanno mai attutito né tanto meno spento. Per Chiara, questo calore profuma di caffè e canta sulle note della Vedova allegra. Perché i suoi genitori sono così, loro che l’hanno tirata su in amorosa allegria, le hanno costruito attorno un mondo da fiaba e hanno trattato la vita come una partita a tombola a Natale: leggera.
Chiara ha appena lasciato Federico, il loro nido e i gatti. Il suo essere una donna fallica le ha impedito di portare avanti pure questa storia. E sì che stavolta si era impegnata. Ora il dolore le morde il cuore. Anche le donne come lei soffrono. Ma niente, non ce la fa, ed eccola a suonare il citofono a papà, a trascinarsi su per le scale i due trolley, ad addolcire la vita masticando Galatine per consolarsi un po’. Come le hanno insegnato fin da piccola.
Meno male che, a casa dei suoi, Chiara ritrova tutto com’era, la cameretta rosa da principessa, l’albero di Natale acceso a ogni stagione, le riviste anni Novanta, gli amici di famiglia chiassosi e colorati. E naturalmente la matura armonia d’amore fra i suoi genitori. Un amore che ha superato tante prove, un amore coraggioso e per nulla convenzionale, un amore disinteressato e forte che ha sconfitto i pregiudizi, spesso con il fendente di una risata. Ma anche un amore buffo e capace di curare le ferite della vita (pure quelle che non si rimarginano perfettamente e lasciano la cicatrice). Una vera scuola d’amore, da cui Chiara avrà ancora molto da imparare.



RECENSIONE

Quando su Instagram nel profilo della Francini ho letto che aveva scritto un libro ho lanciato un urlo! Mi sono sentita un po' come i bambini quando vedono i giocattoli che desiderano in TV e smaniano per poi averli . Ecco io ho fatto così, ho smaniato per averlo tra le mani, e quando mio marito è tornato a casa con la mia copia ho urlato un'altra volta. Lo so, starete pensando che sono una cretina, ma quando qualcuno che stimi all'infinito crea qualcosa di così bello con le sue mani e la sua testa non puoi che esserne ancora più fiero di possedere quella copia.

La prima cosa che ho pensato è che tutto quello che proviene da una come Chiara Francini non può che essere qualcosa di bello, e infatti quando ho iniziato a leggere le prime pagine del suo romanzo me ne sono subito innamorata.

Il personaggio di Chiara (l'ha chiamata proprio come lei, l'autrice), è un personaggio che non puoi non amare. È esuberante, speciale, confusionaria, a volte spiazzante, ma è una persona che vorresti avere assolutamente come amica. Io ho letto il libro immaginando la vera Chiara, la Francini, e sentivo anche la sua voce ad ogni battuta.

"«Amicah. Io te l’ho sempre detto: Federico è il principe azzurro, ma nella tua favola lei non vuole essere salvata, perché si salva benissimo da sola. Non tormentarti. Non sentirti in colpa! Tu sei maschia. Tu sei la principessa azzurra. E sai il principe azzurro e la principessa azzurra cosa fanno assieme?» 
«Pendant?» 
«No! Schifo! Fanno schifo, perché stanno di merda!»"

La storia è diversa dalle solite, perché è davvero originale e per nulla scontata. Ci troviamo di fronte a un romanzo che parla di tutto, di amore, sentimenti, amicizia, e tutti questi ingredienti fondamentali per un buon libro, si amalgamano alla perfezione senza mai stonare.

Avevo grandi aspettative su questo libro e posso dire con certezza che non mi ha delusa. Mi è piaciuto soprattutto il modo in cui l'autrice ha trattato il tema dell'omosessualità, con grazia e un pizzico di ironia che non guasta mai.



"L’amore è coraggio. Tutto il resto è coppia. Prendi me e tuo padre. Hai mai visto due più spericolati di noi?"

Insomma che dire... è un romanzo frizzante, originale, vero...io l'ho amato davvero e l'ho consigliato a tutte le mie amiche e non posso che farlo anche con voi cari lettori perché il romanzo di Chiara merita di essere letto.

Il mio sogno è quello di avere come mia ospite nel blog l'autrice per poter parlare con lei del suo romanzo 😍

Quindi cari lettori che altro dirvi? Beh, correte a prendere la vostra copia!


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...