venerdì 3 luglio 2015

Le tue mani mi parlano d'amore di Angela Castiello

AUTORE: ANGELA CASTIELLO
TITOLO: LE TUE MANI MI PARLANO D’AMORE
EDITORE: BUTTERFLY EDIZIONI
DATA DI PUBBLICAZIONE: 12 GIUGNO 2015
GENERE: ROSA



SINOSSI

William è un ragazzo attraente, circondato da amici e persone che lo amano, sempre attento alla felicità di chi vive al suo fianco. Lavora nell'agenzia pubblicitaria di un amico ma sa già che non è quello il suo posto nel mondo. Come nel lavoro, anche nella vita sentimentale non riesce a trovare un punto fermo e vaga di donna in donna, di letto in letto, senza destinazione. La verità di ogni sua incertezza riposa in un atroce dolore che ha segnato la sua infanzia: l'abbandono da parte del padre quando sua madre stava lottando per la vita. Soltanto l'incontro con Tina, dolce ragazza sorda, che gli fa scoprire l'affascinante Lingua dei Segni, riuscirà a sciogliere il ghiaccio che ha nel cuore e a consegnargli la chiave del perdono.





BIOGRAFIA

Angela Castiello è nata a Praia a Mare (CS) l’1 giugno 1981. Attratta dalla lettura fin dalle scuole elementari, non ha mai smesso di alimentare la sua passione che negli anni si è evoluta e ha toccato tematiche diverse tra loro: dai racconti per bambini, ai romanzi rosa fino ad arrivare alle storie incentrate sulla condizione della donna nei paesi arabi. Infatti ha completato questo interesse studiando la lingua araba e laureandosi, all’università Orientale di Napoli, in Lingue Culture e Istituzioni dei Paesi del Mediterraneo. Durante il percorso universitario, per caso, si avvicina alla Lingua dei Segni Italiana frequentando i primi tre anni di corso all’università stessa e prendendo il diploma all’Ente Nazionale Sordi di Napoli appassionandosi così al mondo dei sordi e al loro modo di comunicare. Contemporaneamente inizia a lavorare come operatrice in un progetto ludico in una scuola elementare. Lo stretto contatto con i bambini della prima classe, la porta a capire come la lingua dei Segni possa essere anche per i bambini udenti un mezzo per approcciarsi, sin da piccoli, a un nuovo modo di comunicare ogni tipo di sensazione. Scrive il suo primissimo romanzo “Le tue mani mi parlano d’amore” per dare, attraverso il racconto di un’intensa storia d’amore, il suo piccolo contributo alla diffusione della conoscenza di un campo che per molti, oggi, resta ancora inesplorato.

ESTRATTO 

«Tremi, piccola mia. Perché?» La strinse più forte.
«Sei tu a farmi questo. Ciò che provo per te è un mistero meraviglioso. Se chiudo gli occhi è come se riuscissi a respirarne il profumo, lo sento scorrere in ogni parte di me».
«Perdonami per averti fatto male prima con quella frase…»
«Non saremo mai perfetti e i litigi non mancheranno così come i momenti di debolezza».
«Vedere che ti sottraevi al mio abbraccio è stato terribile».

«Ecco un momento di debolezza e di confusione. Tra di noi sta nascendo qualcosa di assolutamente pazzesco che non posso solo definire “amore” perché una semplice emozione che sembra durare un attimo ma che invece è il sussulto che apre la strada alla scoperta di una realtà complessa e profonda, non può essere chiamata solo con quella parola. Se ne ridurrebbe la sua forza. Forse quello che provo non ha un nome, data la sua unicità».

Nessun commento:

SCONTRO DA'MORE