sabato 3 novembre 2012

Recensione de "L'inquietante urlo del silenzio" di Francesca Napoli

Penso che siamo tutti un po' speciali, ognuno di noi ha qualcosa di magico dentro, abbiamo tutti delle passioni che teniamo nascoste, abbiamo tutti dei piccoli segreti, Emily infatti, la protagonista di questo breve romanzo,  ha un segreto, che ben presto le aprirà le porte dell'inferno, si sente attratta dalla magia, nei confronti dell'esoterico e dal desiderio di scoprire cosa si cela dietro al destino, tutto questo la condurranno verso un viaggio che la metterà a dura prova.
Emy è una ragazza come tante, o forse no, ma quel qualcosa che la rende speciale l'allontanerà dai suoi affetti, dai suoi genitori, dalle sue migliori amiche e soprattutto dal suo amore "Andrea".
Emy inizia ad avere le visioni di una dea di nome Atena, presa dalla paura delle apparizioni di quella donna, confiderà a tutti ciò che vede, ma nessuno è in grado di capirla, le persone a lei più care infatti pensano che ha qualcosa che non va, tutti cominciano a pensare che sia pazza, che ha qualche disturbo mentale.
Così, i suoi genitori l'affidano ad un ospedale psichiatrico, che ben presto diventerà il suo peggiore incubo, perché quella clinica nasconde qualcosa, soprattutto i medici ed Amalia (la donna che l'ha condotta lì) nascondono qualcosa.
Emy cercherà in tutti i modi di scoprire cosa succede in quella clinica, l'unica forza che le farà compagnia in quel luogo oscuro, è l'amore, l'amore secondo lei può distruggere il male.
In quella clinica ci sono altre ragazze che come lei hanno qualcosa di speciale, ma alle ragazze non è permesso di interagire tra di loro, alcune di esse spariscono improvvisamente...
Un viaggio tra fantasia e realtà, scritto da Francesca Napoli edito dalla Butterfly Edizioni, mi ha catturata sin dalle prime pagine, è un fantasy coinvolgente ed originale, peccato solo che sia durato pochissimo, l'ho divorato in dieci minuti...ma in fondo quando un libro è ben scritto non contano il numero delle pagine!





Nessun commento: