mercoledì 1 agosto 2012

,

Recensione del romanzo "Jeans e cioccolato" di Simona Giorgino

Jeans e cioccolato, è il primo romanzo di Simona Giorgino edito da Zerounoundici Edizioni, e parla di Beatrice, detta "Bea", un'inguaribile e sorprendente pasticciona, di ventisette anni, che lavora come giardiniera in un vivaio, seppur non amando quel lavoro, lei ci lavora da un bel po', ma per lei quello sarebbe stato solo un lavoro provvisorio.
Infatti decide di fare un colloquio come segretaria di Paolo, per il quale aveva preso una cotta seppur avendolo visto un nano secondo, e soprattutto nipote di Franco, il suo datore di lavoro.
Al colloquio si presenta vestita in tailleur e mocassini, non prestando attenzione alle preziosissime indicazioni su come doveva andare vestita a quel colloquio della sua migliore amica Debby, la quale  ha la fissa per la moda, e per il
giusto abbigliamento e abbinamento di accessori!
Quando arriva al colloquio infatti con ai piedi i suoi adorati mocassini che secondo Bea erano adatti per l'occasione, si rende conto che invece tutte le altre candidate erano vestite proprio come Debby le aveva consigliato.
Si troverà di fronte al suo amore "immaginario" Paolo, che ahimè decide che il posto da segretaria non fa per lei.
Proprio a quel colloquio Bea incontra Chiara, una delle tante candidate, anch'essa scartata, e fanno subito amicizia.
Si ritroveranno sedute in un bar a parlare di loro, ma Bea, presa dall'euforia dei discorsi intrapresi con Chiara, inizia a raccontare moltissime frottole, convintissima che quelle bugie non le avrebbero recato alcun danno, visto che quella sarebbe stata l'unica volta che avrebbe visto la ragazza, si lascia trasportare dalle sue bugie, quella che la metterà proprio nei pasticci è la bugia in cui afferma di essere una ballerina, poiché Chiara è davvero una ballerina di balli Latino-americani, per condividere con lei un qualcosa, Bea le dice che anche lei è una ballerina.
Chiara le confessa che ha una cotta per il suo compagno di ballo Raul.
Dopo l'incontro con Chiara, Bea ritorna a casa, pronta a dimenticare tutte le frottole raccontate alla finta collega di balli Latino-americani, ma rimane fregata perché Chiara le chiede l'amicizia su Facebook, e da lì infatti cominceranno i mille pasticci della protagonista.
Jeans e cioccolato, a parer mio è a dir poco spassono, ironico, e travolgente allo stesso tempo.
Il romanzo è molto scorrevole, infatti l'ho praticamente divorato in pochissimo tempo, poiché non riuscivo ad abbandonare la lettura per seguire passo passo tutte le vicende della protagonista, che ho adorato sin dall'inizio, e sono certa che in ognuna di noi si nasconde la piccola Beatrice!
La scrittura dell'autrice è davvero brillante e fluida, e a dir la verità non vedo l'ora di leggere il suo prossimo romanzo!
Share:

0 commenti: