mercoledì 1 agosto 2012

Recensione del romanzo "Il cuore insanguinato" di Pamela Boiocchi





























Il cuore insanguinato di Pamela Boiocchi, edito dalla Butterfly Edizioni, è un romanzo ambientato nel XVII secolo, narra inizialmente la storia  di Lady Justine,  data in sposa molto giovane a Lord Taylor Harriss Moore, il quale perdeva poco tempo nel prendersi cura della propria sposa.
Un bel giorno Justine incontra un pirata, e alla fine se ne innamora.
Ma il pirata lascia l'isola, e lei decide però di non lo seguirlo.
Lady Justine scopre di essere rimasta incinta del pirata, così decide di fuggire dall' Isola di  St. James of the Plain, insieme alla sua domestica Majorie.
Con i soldi che era riuscita a mettere da parte apre così una locanda, dal nome "Il cuore insanguinato", che diventa ben presto un ritrovo di pirati e gente poco affidabile.

Ma le vicende si concentrano poi su Isabelle, figlia di Lady Justine e del pirata, che rimane orfana all'età di tre anni, crescendo così con Maiorie e prendengo alla fine in gestione una volta cresciuta, la locanda della madre.
Un giorno improvvisamente sull'isola si presenta Lord Taylor e offre la possibilità ad Isabelle di cambiare vita e di seguirlo.
Isabelle, decide di andare via con lui, lasciando Majorie sull'isola di St.James, conoscendo così un nuovo mondo, e iniziando una nuova vita, anche se Lord Taylor l'ho detestato un pò all'inizio, era troppo scontroso con la ragazza.
Isabelle incontrerà un pirata e la sua vita cambierà quando presto scoprirà che Majorie e l'isola in cui era nata  e soprattutto "Il cuore insanguinato" sono in pericolo e hanno bisogno di lei, infatti sarà proprio un pirata che la riporterà su quell'isola.
Forse è destino che anche Isabelle si innamori di un pirata? 
Io credo molto in queste cose!
Il romanzo di Pamela Boiocchi mi ha stupita, mi ha travolta e trascinata con se nel XVII secolo, immaginando di essere circondata dai pirati!
Il romanzo scorre velocemente ed è una lettura ideale sotto l'ombrellone, tema davvero azzeccato che concilia con una bella giornata di mare, dove fantasticare insieme ai personaggi del romanzo, lasciandovi travolgere dalla storia e dalle avventure di Isabelle proprio come ho fatto io.
Ho immaginato così,  di entrare a far parte di quelle avventure, di essere in mezzo ai pirati e di vestire i panni di Isabelle.
E' un romanzo che appena l'ho terminato...ne ho sentito la mancanza, e quando un libro riesce a farti sentire la sua mancanza, vuol dire che è stato davvero travolgente.








Nessun commento:

SCONTRO DA'MORE