sabato 18 agosto 2012

, ,

Intervista a Nadia Boccacci autrice del romanzo "In viaggio con te"

Ciao Nadia, innanzi tutto benvenuta nella mia rubrica. Parlami un po’ di te.
Grazie mille a te per avermi invitata.  Mi chiamo Nadia Boccacci, ho  due figli adolescenti, un ( primo) lavoro come insegnante, una laurea in lingue e letterature straniere… e  quasi quarantaquattro anni. ( Li compio domani!!) Leggere è la mia passione più grande.

Come nasce la passione per la scrittura?
La mia passione per la scrittura è nata molto tempo fa, sui banchi di scuola, quando mi sono accorta che scrivere storie o  sfogare le mie emozioni  attraverso la parola scritta, erano attività che mi piacevano immensamente… a cui dedicavo con gioia gran parte del mio tempo.

Parlami del tuo romanzo, “In viaggio con te”.
“In viaggio con te” è il mio secondo romanzo. L’ho scritto in pochi mesi, sentendolo fortemente nell’anima e nel cuore , con l’urgenza e il bisogno fisico di tradurre in parole le emozioni che danzavano con vigore o con dolcezza dentro di me.
Perché hai deciso di scrivere questa storia, purtroppo triste, ma allo stesso tempo, bellissima ed emozionante?
Non ho deciso io di scrivere questa storia: è stata “lei” che mi ha cercato.
Devo dire che eventi dolorosi vissuti personalmente all’età di vent’anni, come la morte prematura di tre ragazze all’incirca mie coetanee, sono alla base della nascita di questo romanzo.
Ho provato il dolore acerbo e profondo di un giovane cuore deluso dalla vita e straziato dalla morte e, a un’ età più matura, ho sentito l’esigenza di raccontare una storia che avesse come protagonista una giovane donna partita troppo presto per un viaggio senza ritorno.
E’ nata poi l’idea di scrivere un romanzo sull’amicizia, oltre che sulla fuggevolezza della vita.

Cos’è per te l’amicizia?
Per me l’amicizia è un valore molto grande, che a volte , troppo spesso, non si riconosce e si scambia per qualcos’altro. La vera amicizia, come il vero amore, è un tesoro immenso e bellissimo, che si veste di gioia e di armonia.

Linda e Vale, secondo il mio punto di vista, sono davvero due anime gemelle, e soprattutto, sono molto legate. Ma il destino purtroppo si mette tra di loro, portando via con sé Linda, per un brutto male. Nonostante tutto, quell’amicizia resta impressa e viva nel cuore di Vale, per moltissimi anni. Hai vissuto anche tu in prima persona un rapporto come le due protagoniste?
Sì…Linda e Vale sono davvero due anime gemelle, per cui l’amicizia non finisce neppure con la morte.  “ È per sempre”… non solo per tutta la vita .
Io non ho avuto la fortuna di vivere un rapporto di amicizia così vero e intenso,  ma credo fortemente in questo sentimento .

Quanti romanzi hai pubblicato?
Al momento ho pubblicato due romanzi : “Uno sguardo perso nel vuoto”  ( Gruppo Albatros, 2011) e  “In viaggio con te” ( Butterfly edizioni, 2012) .

Progetti futuri?
Farò parte dell’Antologia  “Sussurri dal cuore… e dalle tenebre” ( Butterfly  edizioni), in uscita a ottobre, con la poesia   “ Io e te” e il racconto “ Come uno sconosciuto”.  Inoltre ho partecipato ad alcuni concorsi letterari con poesie e racconti  (…di cui devo ancora avere risposta…incrociamo le dita!!)
Il mio racconto “Ali di farfalla” è stato pubblicato in anteprima nella rivista Stella Magazine e farà parte dell’e-book “Il mondo che vorrei”.
Al momento sto scrivendo il mio terzo romanzo, dal titolo “I colori che ho dentro”. In esso  la forza  del colore si lega alle emozioni, agli stati d’animo, alle sensazioni… Spero tanto di trovare una casa editrice che voglia pubblicarlo…

Un grazie enorme e sincero per la tua gentilezza, Antonietta.  E…a presto J




Share:

0 commenti: