domenica 8 luglio 2012

Recensione del libro "Il coraggio di Fax" di Stella Ada Rossetti

Il coraggio di Fax, è un racconto inventato dall'autrice, ma guardando bene in faccia la realtà è molto reale purtroppo, in cui ovviamente nessun essere umano ci si può immedesimare, perché molte persone non sanno cosa vuol dire, soffrire per un "padrone" sbagliato!
La storia che la giovane autrice Stella Ada Rossetti ha voluto narrare in questo bellissimo racconto, parla di un piccolo cagnolino di 5 anni, che vive con una famiglia a dir poco incredibile, ma non nel senso di "meraviglioso", ma bensì dei veri e propri mostri.
E' una storia molto commovente, e mi ha colpita il modo in cui l'autrice ha impostato il racconto, perché è proprio il piccolo Fax che ci racconta le sue disavventure.
Purtroppo in questo mondo c'è molta crudeltà, e a me personalmente questo racconto ha colpito, perché sono contro il maltrattamento e l'abbandono degli animali.
Sapete come ci si sente ad essere preso a calci?
O ad essere chiamato "bastardo vai via"?
Alcuni non lo sanno, perché gli animali a noi esseri umani non riservano questo tipo di trattamento, anzi, loro con i loro dolci musetti, le loro zampine a volte enormi oppure minuscole, la loro codina adorata, cercano di regalarci tutto quello che manca molte volte a loro stessi, ossia "l'affetto"!
Mi sono affezionata al piccolo Fax, questo piccolo peloso, che vaga per le strade disperato in cerca di un essere umano che si prendesse cura di lui, anche se l'esperienza che si portava dietro lo aveva fatto diffidare dalle persone.
Mi sono commossa leggendo le righe di questo racconto.
Spero veramente che faccia riflettere molte persone.
Voglio fare i complimenti all'autrice, perché non è facile mettersi nei panni di un piccolo pelosetto, che invece di essere maltrattato dovrebbe essere trattato come un essere umano, ovvero accudito e amato.

SCHEDA DEL LIBRO: http://antoniettaagostini.blogspot.it/2012/07/il-coraggio-di-fax-di-stella-ada.html

 PER LEGGERE IL RACCONTO GRATUITAMENTE: http://stellaadarossettistorie.blogspot.it/

Nessun commento: