venerdì 29 giugno 2012

Recensione della silloge "Lo scrigno dei ricordi senza tempo" di Anna Maria Mustica Raffaele

Ho sempre pensato che l'amore, non è mai perfetto, anzi, alle volte ci fa soffrire, e quando perdiamo un'amore in noi resta solo il ricordo di quell'amore vissuto, e di tanto in tanto i ricordi riaffiorano nella nostra mente.
Sono convinta che per parlare d'amore, bisogna avere un animo profondo, e la capacità di saper descrivere al massimo questo sentimento.
Proprio in questa silloge, Lo scrigno dei ricordi senza tempo, l'autrice Anna Maria Mustica Raffaele, esprime con tutta se stessa, l'amore in tutte le sue sfaccettature, l'amore perduto, l'amore che fa sognare, quel sentimento che molte volte fa soffrire, e altre volte ci rende felici.
Sono sincera, non leggo molto le sillogi poetiche, non perché non mi piacciano i versi dei grandi poeti, semplicemente perché amo di più leggere un romanzo, per un mio gusto personale,  però quando, ho cominciato a leggere la silloge dell'autrice , mi sono persa nelle sue dolci parole, sono poesie delicate, che mi hanno toccata profondamente, perché Anna Maria Mustica Raffaele, ha descritto alla perfezione il modo in cui un pò tutti viviamo questo sentimento, perché l'amore a volte è così, una ricerca disperata di ricordi, e alle volte tutti quei dolci ricordi li teniamo nascosti dentro il nostro cuore, uno scrigno molto prezioso.
Questo dolcissimo scrigno di ricordi, è una raccolta di poesie leggere, ma allo stesso tempo profonde e ricche di sentimento, che sono sicura, arriveranno dritte al cuore del lettore.

Nessun commento:

SCONTRO DA'MORE